Strade di carta

Lo stupore

Illustrazione digitale di Gaetano Di Riso, 2021

Illustrazione digitale di Gaetano Di Riso, 2021

Il libro di cui hai bisogno si trova accanto a quello che cerchi

Aby Warburg

Ci sono tanti modi diversi per restare stupiti. Meraviglia, incredulità o disorientamento di fronte a qualcosa di inatteso ci lasciano, nel bene o nel male stupiti, sorpresi e ci scappa di esclamare "Questa non me l'aspettavo!"

Vi succede qualche volta mentre leggete un libro?

Le sorprese tra le pagine di certo non mancano ma c'è una categoria particolare di libro che mi lascia sempre più stupita delle altre.

Quando cominciamo la lettura di un romanzo è come se accettassimo di fare un patto con l'autore: dedichiamo tempo e fiducia alla sua opera, parola dopo parola decidiamo di credere a quello che ci viene detto. È quello che si definisce patto narrativo. Il lettore si immerge nella realtà che lo scrittore crea e in qualche modo gli si affida. Ma cosa succede quando il patto narrativo si infrange?  Ecco che qualcosa di inatteso può generare meraviglia, incredulità o disorientamento: insomma, restiamo stupiti!

Forse non dovremmo poi esserlo così tanto perché un'opera narrativa è, quasi per definizione, una visione parziale, rielaborata e "inventata" della realtà. Lo dice fin dal titolo Veronica Raimo in Niente di vero. Raimo racconta una serie di aneddoti familiari in modo schietto, ironico e svela fin dal principio come non conti tanto la verità, quanto la convinzione, l'autosuggestione che si mette nel raccontare un fatto. Quando le regole del gioco ti stanno strette, meglio inquinarle e tirare un dado che fa sempre cinque.

Al contrario, pretende di essere autentico e veritiero nel suo racconto Barney Panofsky protagonista di La versione di Barney di Mordecai Richler edito da Adelphi. Accusato di aver ucciso il suo migliore amico, ci racconta tutta la sua vita per provare la sua innocenza. Fra un Montecristo e un bicchiere di whisky finiamo con l'innamorarci di Barney, ma possiamo davvero credere alla sua storia?
La tentazione di credere alla verità che ci piace di più, che ci sta più comoda è sempre fortissima e in L'ultima tentazione di Nikos Kazantzakis ci cade perfino Gesù, che graziato da Dio mentre è già sulla croce può sfuggire al sacrificio a cui era destinato e farsi una vita... Il fascino diabolico e perverso dell'illusione!

Ad illuderci in modo sottile e davvero stupefacente è la realtà di Tyler Durden, maestro di vita del protagonista di Fight Club   di Chuck Palahniuk. Per combattere il conformismo consumista della società americana Tyler fonderà con il protagonista un club di combattimenti clandestini segretretissimo in cui la violenza assurge a forma radicale di psicoterapia. Il piano inclinato su cui scivola la storia porterà davvero a un cambiamento radicale e inevitabile?

A chiudere questa serie di narratori inaffidabili non poteva mancare Trilogia della città di K. di Agota Kristoff. Uscito originariamente in tre volumi separtati, il grande quaderno, la prova e la terza menzogna, (in qualche modo siamo sempre avvisati!), questo romanzo racconta la vita di due gemelli, Lucas e Klaus, dall'infanzia fino alla maturità, sullo sfondo di una fantomatica città dell'Est Europa dilaniata dalla guerra. Il rapporto fra i due fratelli, a volte morboso a volte distaccato, si gioca sul loro essere quasi interscambiabili, anagrammabili, in un continuo mescolarsi di verità impossibili da verificare.
Le migliori esperienze avvengono spesso nello spazio dell'imprevedibile e credo che questi titoli vi stupiranno in molti modi diversi...

Certo.... Sempre a condizione che io abbia detto la verità!

Le altre strade di carta

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto al carrello devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Per poter aggiungere un prodotto alla lista dei desideri devi essere loggato con un profilo Feltrinelli.

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto al carrello correttamente

Chiudi

Il Prodotto è stato aggiunto alla WishList correttamente